venerdì 16 febbraio 2018

"Straniero" le porcellane di Claudia Fontes



Dal 2013, l'artista Claudia Fontes ha studiato l'uso e il significato della parola "straniero" in una serie di piccole sculture figurative.



Ogni scultura, che ha all'incirca le dimensioni della mano della Fontes è realizzata in porcellana.



Figure anonime, da sole o in gruppo, sono consumate o emergono da trame organiche che ricordano erba, spugne di mare o sottili frammenti di pietra.



Negli ultimi dieci anni, Fontes risede in Inghilterra, dove "straniero" è un termine popolare peggiorativo. È nata e cresciuta in Argentina, e ha anche vissuto e lavorato nei Paesi Bassi.



L'artista descrive il processo e l'ispirazione che l'hanno portata a creare la serie, sul suo sito web: "Ho iniziato a fare "stranieri" in risposta al paesaggio inglese che mi circonda e alla mia comprensione culturale come straniera. Generalmente trovo le immagini da cui prendo ispirazione durante le passeggiate nella foresta vicina e nel campo che inizia non appena ho attraversato la strada in cui vivo. Durante queste passeggiate, mi concentro nell'osservare il processo di trasformazione, interazione e i meccanismi di adattamento che avvengono tra le creature che condividono questo particolare sistema biopolitico".



Si possono esplorare molte più parti del lavoro di Fontes, che include altre sculture e pezzi concettuali, sul suo sito web.

mercoledì 14 febbraio 2018

Splendidi animali surreali creati con rami metallici di Kang Dong Hyun



L'artista coreano Kang Dong Hyun costruisce sculture cave di animali con fili metallici simili a ramoscelli.



Le sue opere tridimensionali spesso hanno un'alta concentrazione di questi elementi che formano proprio le caratteristiche



dei vari animali fantasticamente riprodotti dall'artista.



Gatti, uccelli, tori, elefanti e altri sono resi riconoscibili da pochi, ma specifici elementi, grazie appunto all'abilità di assemblare gli intricati fili metallici.



Si possono vedere molte altre affascinanti interpretazioni di Kang del regno animale su Instagram.

sabato 10 febbraio 2018

Centrotavola di San Valentino 2018

Centrotavola di San Valentino realizzato da TulipanoRosa

Per questo San Valentino volevo preparare un Centrotavola con il simbolo per eccellenza: il cuore rosso, ma non volevo adornarlo con i soliti fiori e fiocchi.
Così rovistando nelle mie scatole degli optional più o meno riciclati, ho trovato delle pietre dure e una catenella di strass.
La lampadina si è accesa ed ecco qua il Centrotavola perfetto, proprio come lo volevo!
Ed ora vi spiego la sua realizzazione.

Occorrente

Cuore rosso di vetro
Pietre dure lucide e sfaccettate grandi 7
Pietre dure lucide e sfaccettate piccole 9
Catenella di strass lunga cm. 90
Candela a led alta cm. 12
Candela a led alta cm. 9
Cordoncino rosso cm. 85
Colla per tessuti
Biadesivo

Esecuzione

Ho iniziato ad incollare la pietra più grande nel lato superiore del cuore e poi ho proseguito con le altre sei.
Le loro sfaccettature e lucentezza fanno un piacevole contrasto col rosso uniforme del cuore, per cui ho proseguito ad incollare anche le piccole in modo asimmetrico come le grandi.
Sempre con l'aiuto della colla per tessuti, ho iniziato a fissare la catenella. C'è voluta un po' di pazienza dato che il bordo del cuore è esiguo, ma alla fine è rimasta come volevo.
Ho poi formato un cuoricino con la stessa catenella nel centro del cuore.
Ho preso le candele ed ho fissato il cordoncino attorno ad esse con poco biadesivo.
Fatto! Il Centrotavola è pronto, quindi ho sistemato oltre alle candele e ad una deliziosa coppietta di porcellana, anche alcuni cioccolatini a forma di cuore a fianco ad esso e tanto per rinfrancarmi della fatica e attendendo che il mio amico Tiziano scattasse la splendida fotografia all'insieme, ne ho gustato uno.
Ma... gli altri e le altre dolcezze le rimando, condividendole, al 14 febbraio, San Valentino!
E voi ci avete già pensato al Centrotavola? Come sempre, spero d'avervi dato un'idea in più, quindi buon lavoro!

venerdì 9 febbraio 2018

Torte e pasticcini a forma di cuore per San Valentino di Ksenia Penkina



Tra pochi giorni sarà San Valentino così ho pensato di suggerire qualche idea per il dolce.
Ed ecco una serie di deliziosi, quanto golosi cuori per festeggiare questo giorno dedicato all'amore.
La mia scelta è caduta sulle spettacolari creazioni di Ksenia Penkina, già conosciuta in precedenza qui, e diventata famosa in tutto il mondo per le sue coperture a specchio di torte e pasticcini.



















Potete seguire Ksenia Penkina anche su Facebook e aggiornarvi con i suoi video dettagliati per la preparazione di torte stupefacenti.

mercoledì 7 febbraio 2018

Farfalle e insetti composti da petali e foglie di Raku Inoue



Lo stilista e creativo di Montreal, Raku Inoue continua la sua serie di "Natura Insects" focalizzata su falene, farfalle e insetti dai colori brillanti.



Tutti gli insetti sono composti dall'artista con foglie, petali e infiorescenze stagionali.



A fine estate troveremo quindi realizzazioni con petali e foglie dai colori pastello, mentre toni più caldi e foglie marroni formeranno le opere realizzate a metà autunno.



Raku Inoue ha capito e studiato l'importanza di utilizzare materiali stagionali mentre apprendeva l'arte Ikebana, ovvero l'arte giapponese della disposizione dei fiori recisi.



Questa formazione gli ha insegnato a rispettare la natura con cui lavora e ad usare solo ciò che è abbondante, piuttosto che concentrarsi su ciò che potrebbe sembrare maggiormente attraente.



Spesso dopo una giornata di pioggia l'artista raccoglie i petali che sono caduti a terra. Usando ciò che gli è stato fornito naturalmente evita di deturpare i fiori o le foglie ancora ben saldi al loro gambo o ramo.



Un lavoro preciso e molto delicato che esprime la grande sensibilità di Inoue nei confronti del materiale utilizzato e nel contempo la sua abilità nel saperlo riciclare in forme così perfette con accostamenti di toni di colore azzeccati.



Si possono vedere molte altre creazioni inerenti alla sua serie e tanto altro su Instagram.

lunedì 5 febbraio 2018

Usare la carta per creare 100 colazioni dal mondo di Reina Takahashi



L'illustratrice e artista della carta di San Francisco, Reina Takahashi in arte Reinasaur, ha lanciato un progetto intitolato 100 Paper Breakfast.



L'artista realizza deliziose colazioni che le persone di tutto il mondo assaporano quotidianamente.



Quindi, sceglie la carta del colore adatto, comuncia a tagliuzzare ed ecco apparire le classiche frittelle, i cereali, il miele, la bustina per il te, frutta, gelati, la caffettiera fumante,



ravioli, uova, cracker col formaggio, filoncini di pane e tanto altro.



Insomma una miriade di buone cose interpretate con carta dai colori pastello e dalle forme semplici.



Un piacere visivamente soddisfacente, che porta a pensare a quante ore mancano per riassaporarle!



Si può vedere tutto il progetto e seguire Reina Takahashi su Instagram.

venerdì 2 febbraio 2018

Giorno della Marmotta e Phil annuncia altre sei settimane d'inverno



Oggi Punxsutawney Phil, la marmotta di Punxsutawney, la ridente località della Pennsylvania negli Stati Uniti, ha decretato altre sei settimane d'inverno.



Il sindaco ha bussato alla porta di Phil, come ogni anno, la marmotta è uscita dalla sua tana e ha visto la sua ombra, che l'ha spaventata e ciò significa l'inverno non è finito.



Il Giorno della Marmotta ha sostanzialmente in comune le proprie radici con la festa dalla Candelora per i cattolici, che si celebra il 2 febbraio e che prevede la benedizione delle candele.

Ringrazio di tutto cuore Phil perché amo l'inverno, anche se mi spiace per coloro che bramano il caldo.
D'altronde, senza voler ironizzare, non sono loro che si lamentano durante l'estate assieme a me?